Da oggi è possibile visitare il laboratorio di costruzione e restauro, nuovo spazio all’interno del Museo, per vedere come viene realizzata una statua di cera.

FASE 1

LA MODELLATURA

Recuperate tutte le informazioni iconografiche riguardanti il soggetto da riprodurre , con foto e misurazioni dal vivo nel caso di personaggio ancora esistente, la prima fase è la MODELLATURA. Si sceglie il personaggio da rappresentare procurandosi del materiale fotografico che lo ritragga nei vari profili.  Su una testa di polistirolo si stende uno strato spesso di argilla. La parte di polistirolo servirà da base, la parte in argilla per modellare i tratti somatici. Per plasmare l’argilla ci si servirà di strumenti per scultura. Questa fase va svolta con molta attenzione per non assuefare l’occhio alla scultura e per migliorare le varie parti del viso. Quando si sospende il lavoro è bene coprire la scultura con dei panni bagnati per tenere l’argilla sempre umida ed evitare l’essiccamento.

FASE 2

GLI STAMPI

Ottenuto un modellato rifinito e ben ancorato alla sua struttura interna si può iniziare la seconda fase del processo, ovvero “LA FORMATURA DEGLI STAMPI”. Si provvede poi a costruire la forma: con delle lamelle di rame inserite nell’argilla si divide la testa in due metà e si cola della gomma siliconata prima da una parte e poi dall’altra. Quando questa sarà asciutta si rinforzeranno le parti con del gesso alabstrino che si lascerà essiccare. Avremo così ottenuto i negativi del modello in argilla formati da uno strato esterno di gesso ed uno interno in gomma siliconata che racchiude in se tutte le informazioni sui tratti somatici del personaggio. A questo punto, aprendo le due metà, si potrà estrarre la parte in argillla. Dopodichè vengono rischiuse le due metà legandole strette e si otterrà così la forma nella quale sarà possibile colare la cera.

FASE 3

LA REPLICA

Dagli stampi ottenuti, puliti e liberati dal modellato originario, si passerà alla realizzazione del POSITIVO DEFINITIVO colando o spalmando all’interno di essi il materiale di replica. Le misceledi polimeri utilizzabili per colata, flottage o spennellatura sono molteplici. Verranno stratificati negli stampi chiusi, sostanzialmente a base poliuretanica e siliconata di materiale pre-pigmentato con oculatissma definizione delle giuste trasparenze e cromie. Irrigidito il tutto internamente con materiali compositi si potrà porcedere con l’estrazione dagli stampi.

FASE 4

PATINATURA ED APPLICAZIONE DEI PARTICOLARI ANATOMICI

Il positivo definitivo passa così alla RIFINITURA e PATINATURA con relativa applicazione dei particolari anatomici quali occhi e denti. Il positivo verrà così opportunamente fresato e micro rasato delle eventuali “bave” e sporcature del materiale di replica. Protesi oculari in vetro ed epossidiche microdipinte, nonchè protesi dentali in mescole epossidiche, verranno applicate dall’interno e fissate in via definitiva. A questo punto si passa ad un vero e proprio lavoro di colarazione “IPERREALISTA” mediante impregnazione del positivo con pigmenti ed acidi inorganici che ne fisseranno il colore mantenendone le trasparenze. In taluni casi, i personaggi truccati, richiederanno una seconda fase di vero e proprio trucco permanente.

FASE 5

APPLICAZIONE DEI CAPELLI, CIGLIA, SOPRACCIGLIA E PELI

Ormai già resa la somiglianza e la definizione delle pelle, il positivo passa così all’applicazione dei capelli, delle sopracciglia, delle ciglia e degli eventuali baffi, barba e peli a vista. In questa fase si procede all’impianto dei capelli, delle ciglia, delle sopracciglia (barba e baffi se il personaggio lo richiede); questo procedimento molto delicato e fondamentale viene effettuato mediante un particolare ago dalla punta aperta che permette di infilare piccolissimi ciuffi nella testa in cera. Un’altra iportante fase è quella della decorazione effettuata dai truccatori specializzati. Si utilizzano dei colori ad olio per dare al volto un colore uniforme, creare rughe di espressione, venature, nei e giochi di luce.

FASE 6

MONTAGGIO DELLA STATUA, COSTUME E POSIZIONAMENTO

A questo punto la statua può essere assemblata in ogni sua componente, vestita, completata con i giusti accessori e posizionata nel museo. Una volta assemblata la statua, si procede alla vestizione; gli abiti sono realizzati a mano dai nostri costumisti o, se si tratta di personaggi attuali, vengono addirittura donati dall’artista stesso. Infine, viene inserita una staffa di ferro in una gamba che verrà poi fissata al pavimento. La statua è pronta per essere esposta.

Siamo aperti tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00. Scopri come raggiungerci!